Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

sanità

Ausili e protesi: come richiederli

🕐 Tempo di lettura: 1 minuto

A chi spettano

Possono richiedere ausili specialistici e protesi:

  1. gli invalidi civili (anche in attesa del riconoscimento) con almeno il 33 per cento di invalidità
  2. gli invalidi di guerra e per servizio
  3. i ciechi e i sordomuti
  4. i cittadini affetti da particolari patologie e stati (amputazioni, patologie congenite o altro).

Ausili principali che è possibile richiedere

  1. Protesica maggiore: carrozzina, girello, stampelle, tripode, cuscino antidecubito, letto ortopedico, montascale mobile, scarpe, busti, protesi acustiche, ausili per ipovedenti (per es. stampante braille, video ingranditore) eccetera
  2. Protesica minore: pannoloni, forniture per il diabete, forniture per le stomie eccetera.

Come effettuare la richiesta

La prescrizione deve essere effettuata da un medico specialista dell’Asl previa richiesta di visita specialistica da parte del proprio Medico di Famiglia.
La prescrizione deve essere accompagnata da: copia del certificato d'invalidità civile; tessera sanitaria; carta d'identità o autocertificazione di residenza.

A chi si presenta la richiesta

Richiesta e documentazione devono essere consegnate al distretto sanitario dell’Azienda sanitaria locale di appartenenza.

Chi fornisce la protesi o l’ausilio

La fornitura può avvenire tramite:

  1. l’ASL, per presidi non personalizzati tipo letti, materassi, carrozzine eccetera
  2. le ditte ortopediche autorizzate, per presidi “personalizzati”, tipo scarpe ortopediche, busti, carrozzine su misura eccetera
  3. le farmacie, per prodotti per il diabete, cateteri, sacche per stomie eccetera.

Collaudo

A garanzia dell'assistito, i dispositivi devono essere collaudati dal medico specialista che li ha prescritti. Qualora all'atto del collaudo il dispositivo non risulti rispondente alla prescrizione, il fornitore è tenuto a modificarlo o sostituirlo.

Ausili non inclusi nel nomenclatore tariffario

Qualora l’assistito scelga un ausilio non incluso nel nomenclatore tariffario ma riconducibile, a giudizio del medico specialista prescrittore, a quello incluso, è possibile chiedere l'autorizzazione alla fornitura all'ASL che rimborserà il solo costo del prodotto presente nel nomenclatore.

Questo articolo è realizzato da:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti, oppure cerca la risposta alla tua domanda tra le:
domande frequenti

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!