Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

Pensionati all'estero

Certificato di esistenza in vita

🕐 Tempo di lettura: 1 minuto

Ogni anno l’INPS – attraverso la Banca estera designata per erogare le pensioni – chiede a tutti i pensionati italiani residenti all’estero la Certificazione di Esistenza in Vita (CEV).

Come funziona

I pensionati residenti all'estero riceveranno nella loro casella postale un plico contentente le istruzioni di compilazione del Certificato di esistenza in vita, il Certificato stesso e una lettera di richiesta di documenti supplementari (bisognerà allegare una fototessera e una fotocopia di un documento d'identità valido).
Il certificato, inoltre, dovrà essere autenticato da un funzionario dal Consolato italiano/Ambasciata italiana, o in alternativa da un pubblico ufficiale riconosciuto dalla legistrazione del suo paese di residenza. Qui trovi un elenco di tutti i pubblici ufficiali riconosciuti per autenticare il CEV.
Una volta ricevuto e compilato il plico, dovrà essere spedito alla Banca segnalata dall'INPS all'interno della lettera di istruzioni.

Il plico arriverà (e dovrà essere rispedito) in due periodi differenti a seconda del paese di residenza:

  1. Da ottobre a marzo per i pensionati residenti in Africa, Australia ed Europa (ad eccezione dei paesi scandinavi, dei paesi dell'Est Europa e degli stati limitrofi)
  2. Da febbraio a luglio per i pensionati residenti in Asia, Centro America, Estremo Oriente, Nord America, Sud America, nei paesi scandinavi, nei paesi dell'Est Europa e negli stati limitrofi).

Gli sportelli di patronato INCA non possono certificare quel modulo, ma possono aiutarti in tutte le operazioni necessarie, anche nell’invio che dovrai fare.
Fate attenzione: è importante farlo ogni anno entro le scadenze che l’INPS comunica, altrimenti – dopo una fase di sollecito – l’INPS farà sospendere il pagamento della vostra pensione.

Questo articolo è realizzato da:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti, oppure cerca la risposta alla tua domanda tra le:
domande frequenti

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!