Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

sanità

Il Fascicolo Sanitario Elettronico spiegato bene

🕐 Tempo di lettura: 1 minuto

Istituito con l’articolo 12 del Decreto legge 179/2012, convertito in legge 221/2012, il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) è l’insieme dei dati e dei documenti digitali di tipo sanitario e sociosanitario derivanti dalla storia clinica della persona.

Viene istituito da Regioni e Province Autonome, nel rispetto di determinate norme previste da apposito regolamento nazionale, con fini di:

  1. prevenzione, diagnosi e cura
  2. studio e ricerca scientifica
  3. programmazione sanitaria
  4. verifica della qualità delle cure e dell’assistenza sanitaria

Il FSE è alimentato in modo continuo, previo consenso libero e informato dell’assistito, dai soggetti che prendono in cura/carico la persona sia dal punto di vista sanitario sia da quello sociale. Anche la persona Assistita può alimentarlo, nella parte definita “Taccuino personale dell’assistito”, e può decidere se e quali notizie/documenti non devono essere inseriti.

Il Taccuino personale dell’assistito è una sezione riservata del FSE all’interno della quale è permesso inserire dati e documenti personali relativi ai propri percorsi di cura effettuati anche presso strutture al di fuori del SSN.

I dati e i documenti inseriti nel taccuino personale sono informazioni non certificate dal SSN e devono essere distinguibili da quelli inseriti dagli altri soggetti che sono:

  1. Il personale che opera all’interno delle aziende sanitarie locali e delle strutture sanitarie
  2. I medici convenzionati con il SSN, i loro sostituti e il personale di studio nel rispetto delle specifiche competenze
  3. Ogni altro soggetto, anche convenzionato, che abbia titolo e che operi all’interno del SSN e dei servizi sociosanitari regionali.

La consultazione del fascicolo può avvenire solo con il consenso dell’assistito, nel rispetto del segreto professionale, salvo i casi di emergenza sanitaria.

Questo articolo è realizzato da:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti, oppure cerca la risposta alla tua domanda tra le:
domande frequenti

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!