Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

truffe

La truffa del "sì"

🕐 Tempo di lettura: 2 minuti

Un dipendente di una non ben specificata società fornitrice di energia elettrica o di gas vi telefona per darvi informazioni circa le migliori tariffe sul mercato. In realtà, la sua intenzione potrebbe essere quella di appropriarsi, con l’inganno, dei dati necessari per effettuare a vostra insaputa il passaggio della vostra utenza a un altro gestore: il Pod per la bolletta dell’energia elettrica e il Pdr per la bolletta del gas.

  1. Cos’è il Pod: è il codice costituito da 14 caratteri che si trova nel primo foglio della bolletta di fornitura dell’energia elettrica.
  2. Cos’è il Pdr: è il codice che identifica l’utenza del gas e si trova nelle prime due pagine, all’interno dei dati sulle caratteristiche della fornitura.

Come funziona la truffa

Generalmente, l’operatore vi informa che state pagando un prezzo troppo elevato per le utenze e vi garantisce che, dal mese successivo, vi verrà attivata una tariffa più conveniente. All’inizio della telefonata vi viene domandato: «È lei la signora o il signor Rossi?». Il “sì” di conferma viene registrato e, successivamente, usato come fosse il consenso a un cambio di contratto.

Cosa fare

Per prima cosa, esigete sempre che l’operatore si identifichi chiaramente. In secondo luogo, non fornite alcun dato personale, tanto meno i numeri Pod o Pdr: il vostro gestore è già in possesso dei vostri codici identificativi! Infine: evitate di rispondere con le parole “sì”, “certo” o “d’accordo”.

Qualora vi sia stato attribuito un contratto non richiesto per la fornitura di energia elettrica o del gas, è vostro diritto presentare reclamo al fornitore, mettendo in evidenza di non aver dato il vostro consenso.

Analogo discorso vale se la truffa riguarda il cambio di gestore telefonico. Ricordate che i due pretesti più frequenti utilizzati per entrare in contatto con l’utente e mettere in atto questi tranelli sono l’avviso di una bolletta esosa in arrivo o il malfunzionamento della linea telefonica.

Questo articolo è realizzato da:

Con il contributo di:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti, oppure cerca la risposta alla tua domanda tra le:
domande frequenti

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!