Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

truffe

La vacanza inesistente

🕐 Tempo di lettura: 1 minuto

Un fenomeno in aumento è quello delle truffe delle “case vacanza” prenotate tramite internet. I possibili tranelli sono diversi e fantasiosi: l’inconsapevole turista paga in anticipo, per la località di mare o montagna prescelta, l’affitto di un appartamento inesistente; oppure, con sua enorme sorpresa, si ritrova a condividere la stessa abitazione con altri e sconosciuti villeggianti; o, ancora, arrivato nella casa della vacanza dei suoi sogni, scopre che i legittimi proprietari non hanno mai pensato o avuto intenzione di affittare la loro proprietà.

Cosa fare

  1. ƒƒAccertatevi della reale esistenza della casa o della struttura alberghiera controllando sui motori di ricerca che consentono panoramiche a tre dimensioni;
  2. verificate l’autenticità dell'offerta di vacanza o dell’immobile consultando gli annunci pubblicati su diversi portali di prenotazione, leggendo le recensioni dei viaggiatori o contattando gli uffici del turismo delle località in cui intendete recarvi;
  3. procedete al pagamento on line esclusivamente mediante sistemi sicuri e certificati;
  4. consultate il sito del commissariato di polizia on line ( www.commissariatodips.it) per leggere gli aggiornamenti sul fenomeno e segnalate eventuali sospetti;
  5. ƒƒin caso di dubbi rivolgetevi allo sportello della Federconsumatori Sos Turista al numero 059-251108 oppure scrivete una e-mail a info@sosvacanze.it.

Questo articolo è realizzato da:

Con il contributo di:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti, oppure cerca la risposta alla tua domanda tra le:
domande frequenti

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!