Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

truffe

Maghi, santoni e cartomanti

🕐 Tempo di lettura: 1 minuto

Quando i problemi della vita ci sembrano insormontabili, chi non vorrebbe conoscere il futuro e afferrare al volo inimmaginabili soluzioni? Ecco allora che può sembrare plausibile affidarsi a metodi paranormali, a santoni e chiromanti, veggenti e astrologi, il cui unico vero potere è quello di riuscire a sottrarre i guadagni di una vita agli imprudenti creduloni. Truffe ed estorsioni spesso si nascondono anche dietro alle chiacchiere di manipolatori della speranza e della buona fede altrui.

Cosa fare

Quando ci si imbatte in un sedicente mago dobbiamo essere sempre molto diffidenti e usare alcuni semplici accorgimenti per prevenire spiacevoli sorprese.

  1. ƒƒDiffidate delle pubblicità televisive. Non lasciatevi ingannare dal fatto che il fantomatico chiaroveggente disponga di uno spazio in una trasmissione: non è un indicatore della sua affidabilità; ƒƒ
  2. non vi fidate di chi promette “pagamenti a risultato ottenuto”: si tratta di un espediente per conquistare la vostra fiducia; ƒƒ
  3. sospettate sempre della promessa del risultato certo: in questo campo dare garanzie di successo è vietato per legge; ƒƒ
  4. la salute è importante: denunciate alle forze dell’ordine chi si improvvisa guaritore e specula sui problemi di salute, magari spingendo un malato ad abbandonare cure e terapie in nome di “trattamenti miracolosi”; ƒƒ
  5. evitate di rilasciare dati personali come il recapito telefonico e, in particolar modo, le coordinate bancarie e il numero della carta di credito; ƒƒ
  6. non pagate con denaro contante: cercate di lasciare traccia del pagamento per garantirvi di poter procedere con eventuali azioni legali.

Questo articolo è realizzato da:

Con il contributo di:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti, oppure cerca la risposta alla tua domanda tra le:
domande frequenti

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!