Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

donne, pensioni

Quattordicesima: cos’è e chi ne ha diritto

🕐 Tempo di lettura: 3 minuti

18 settembre

Cos'è?

La somma aggiuntiva, detta “quattordicesima”, è una prestazione, d'importo netto, corrisposta in unica soluzione, in aggiunta alla rata di pensione di luglio, che si riceve a partire dal 64° anno di età. Lo scopo è quello di tutelare maggiormente il valore reale delle pensioni di importo medio-basso.

L'onere finanziario è a carico dello Stato. Per questo il diritto alla somma aggiuntiva è condizionato al possesso di un determinato reddito personale, pur essendo una prestazione di carattere previdenziale. L'importo è fisso, mentre è perequato il limite di reddito.
Non costituisce reddito, né ai fini fiscali né ai fini previdenziali e assistenziali. Non è soggetta a tasse e a sua volta non influisce sul reddito imponibile né sul diritto a prestazioni previdenziali o assistenziali.

Chi ne ha diritto

La quattordicesima spetta dal 64° anno di età se il reddito personale non supera il limite fissato. Si considerano tutti i redditi, assoggettabili o esenti dall'Irpef, esclusi quello della casa di abitazione, gli arretrati di qualsiasi genere, i trattamenti di fine rapporto, la pensione di guerra, i trattamenti di famiglia, le indennità di accompagnamento e simili. Il reddito del coniuge non viene preso in considerazione.

Le novità dal 2017

La quattordicesima nasce grazie all'accordo tra sindacati e governo del 2007 e fino a luglio 2016 è stata attribuita ai pensionati il cui reddito non superava una volta e mezza il trattamento minimo. Con l'accordo siglato a settembre 2016 da governo e sindacati, da luglio 2017 la somma aggiuntiva è incrementata del 30 per cento per i pensionati con redditi non superiori a una volta e mezza il trattamento minimo ed estesa anche a chi ha un reddito compreso tra una volta e mezza e due volte il trattamento minimo.

IMPORTI 2019 PER CHI HA UN REDDITO FINO A 10.003,70 EURO

PER PENSIONE DIRETTA PRINCIPALE PROVENIENTE DA LAVORO DIPENDENTE PUBBLICO E PRIVATO PER PENSIONE DIRETTA PRINCIPALE PROVENIENTE DA LAVORO AUTONOMO
Prima fascia fino a 15 anni di contribuzione Prima fascia fino a 18 anni di contribuzione 436,80 €
Seconda fascia da 15 a 25 anni di contribuzione Seconda fascia da 18 a 28 anni di contribuzione 546,00 €
Terza fascia oltre i 25 anni di contribuzione Terza fascia oltre i 28 anni di contribuzione 655,20 €
IL LIMITE DI REDDITO PERSONALE (E NON DI COPPIA) PER IL DIRITTO ALLA QUATTORDICESIMA
Sotto i 10.003,70 € spetta la somma aggiuntiva intera per tutte e tre le fasce di pensione.
Oltre questo limite la somma aggiuntiva di pensione non spetta più.
Prima fascia 10.440,50 €
Seconda fascia 10.549,70 €
Terza fascia 10.658,90 €
A chi si trova nella fascia di reddito intermedia tra il minimo e il massimo spetta una quattordicesima ridotta

IMPORTI 2019 PER CHI HA UN REDDITO FINO A 13.338,26 EURO

PER PENSIONE DIRETTA PRINCIPALE PROVENIENTE DA LAVORO DIPENDENTE PUBBLICO E PRIVATO PER PENSIONE DIRETTA PRINCIPALE PROVENIENTE DA LAVORO AUTONOMO
Prima fascia fino a 15 anni di contribuzione Prima fascia fino a 18 anni di contribuzione 336,00 €
Seconda fascia da 15 a 25 anni di contribuzione Seconda fascia da 18 a 28 anni di contribuzione 420,00 €
Terza fascia oltre i 25 anni di contribuzione Terza fascia oltre i 28 anni di contribuzione 504,00 €
IL LIMITE DI REDDITO PERSONALE (E NON DI COPPIA) PER IL DIRITTO ALLA QUATTORDICESIMA
Sotto i 13.338,26 € spetta la somma aggiuntiva intera per tutte e tre le fasce di pensione.
Oltre questo limite la somma aggiuntiva di pensione non spetta più.
Prima fascia 13.674,29 €
Seconda fascia 13.758,26 €
Terza fascia 13.842,26 €
A chi si trova nella fascia di reddito intermedia tra il minimo e il massimo spetta una quattordicesima ridotta

Questo articolo è realizzato da:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti.
domande frequenti
passa a trovarci

PENSIONI

Risponde:
Paola Cortesi

NOME:

ETÀ:

EMAIL:

TESTO:

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!