Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

pensioni

RED: istruzioni per l'uso

🕐 Tempo di lettura: 1 minuto

L'Inps verifica annualmente i redditi personali dei pensionati e dei familiari che possono influire sulle prestazioni collegate, come: integrazioni al trattamento minimo, maggiorazioni sociali, trattamenti di famiglia, pensioni ai superstiti e altri benefici.

Cosa fare per evitare che si creino prestazioni indebite, da dover poi restituire?

A. Per i pensionati titolari dei soli redditi da pensione, invariati nel 2016 e 2017
Cosa fare?
Se i tuoi redditi sono rimasti invariati anche nel 2018:
Non devi fare niente.
Se vorrai, potrai confermare la tua situazione reddituale entro il 28 febbraio 2020 con la procedura “RED semplificato”, accedendo con il tuo Pin ai “Servizi online del cittadino” o recandoti presso lo "Sportello amico" della sede Inps più vicina.
Per chi ha una situazione reddituale mutata (titolarità di nuovi redditi diversi dalla pensione nel 2018):
Sei tenuto obbligatoriamente a compilare il modello RED tramite il CAAF Cgil di zona entro il 28 febbraio 2020.

-
B. Per i pensionati che hanno altri redditi oltre quelli da pensione
(pensione estera, redditi da lavoro autonomo, reddito agrario, redditi di collaborazione coordinata e continuativa, indennità di funzione o gettoni di presenza per la partecipazione a consigli e commissioni, reddito da lavoro dipendente erogato all'estero non indicato nella dichiarazione al fisco, ecc)
Cosa fare?
Dopo aver eventualmente dichiarato all’Amministrazione finanziaria i tuoi redditi con il modello 730 o UNICO dovrai compilare il “modello RED” entro il 28 febbraio 2020. Troverai tutto presso il tuo CAAF CGIL di zona.
NB. Se hai omesso dei dati influenti, sarà sempre possibile effettuare la relativa variazione.

Se desideri maggiori informazioni vai alla sede dello Spi Cgil più vicina a casa tua.

Questo articolo è realizzato da:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti.
domande frequenti
passa a trovarci

PENSIONI

Risponde:
Paola Cortesi

NOME:

ETÀ:

EMAIL:

TESTO:

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL

Resta in contatto con noi!