↓ PER CHI È GIÀ IN PENSIONE

I TRATTAMENTI PREVIDENZIALI

Pensione ai superstiti
Cos'è

È una prestazione erogata, a domanda, in favore dei familiari superstiti del pensionato (pensione di reversibilità) o del lavoratore (pensione indiretta).

Come funziona

I superstiti hanno diritto alla pensione solo se il soggetto deceduto era titolare di pensione diretta o era in possesso di almeno quindici anni di contributi oppure di cinque anni di contribuiti di cui però almeno tre negli ultimi cinque.

Chi ne ha diritto

Il coniuge superstite, anche se separato: se il coniuge superstite è separato con addebito, la pensione ai superstiti spetta a condizione che gli sia stato riconosciuto dal Tribunale il diritto all'assegno di mantenimento.

Il componente superstite dell'unione civile.

Il coniuge divorziato se titolare di assegno divorzile.

I figli, adottivi e affiliati riconosciuti legalmente o giudizialmente dichiarati.

I figli che siano minori, inabili o maggiorenni studenti alla data di morte del lavoratore o del pensionato.

I nipoti minori (equiparati ai figli) a carico del nonno o della nonna alla data di morte degli stessi.

In mancanza del coniuge, dei figli e dei nipoti, la pensione può essere erogata ai genitori di età non inferiore a 65 anni, non titolari di pensione, che alla data di morte del lavoratore e/o del pensionato siano a carico dello stesso.

In mancanza del coniuge, dei figli, dei nipoti e dei genitori, la pensione può essere erogata ai fratelli celibi inabili e sorelle nubili inabili, non titolari di pensione, che alla data di morte del lavoratore e/o del pensionato siano a carico dello stesso.

PENSIONE DI REVERSIBILITÀ 2017
RIDUZIONE DELL'IMPORTO DELLA PENSIONE AI SUPERSTITI IN PRESENZA DI ALTRI REDDITI
Ammontare dei redditi diversi da pensione ai superstiti % Riduzione
Fino a 19.798.38 € Nessuna riduzione
da 19.798.38 € a 26.385,84 € 25%
da 26.385,84 € a 32.982,30 € 40%
da 32.982,31 € in poi 50%

Scopri dove ci trovi