Pensioni Sanità Casa e consumi Tasse e tariffe Truffe Donne Pensionati all'estero Alimentazione
Cerca

casa e consumi, tasse e tariffe

Gas: fine del mercato tutelato

🕐 Tempo di lettura: 4 minuti

Che significa “fine del mercato tutelato”? Vuol dire non avere più un contratto le cui regole e il cui prezzo sono fissati da Arera, l’Autorità per l’energia.

Cosa cambia?

Dal 10 gennaio 2024 il Servizio di maggior tutela nel settore del gas è riservato esclusivamente ai clienti classificati come vulnerabili.

Nonostante le richieste avanzate da Federconsumatori e SPI CGIL, non è scattata alcuna proroga.

Chi rientra nella categoria dei clienti vulnerabili?
Arera ha stabilito una classificazione:

  • tutte le persone di età superiore ai 75 anni;
  • i soggetti percettori del bonus energia;
  • i disabili ai sensi dell’art.3 legge 104/92;
  • i soggetti con utenze ubicate nelle isole minori non interconnesse;
  • i soggetti con utenze ubicate in strutture abitative di emergenza a seguito di eventi calamitosi.

I clienti vulnerabili possono rimanere o rientrare nel Servizio di maggior tutela che da gennaio 2024 è denominato Servizio di Tutela delle Vulnerabilità.

Cosa succede per tutti gli altri?

I clienti “non vulnerabili” che erano in Servizio di maggior tutela avrebbero dovuto sottoscrivere, entro il 31/12/23, un contratto sul libero mercato con il gestore che avevano o con uno nuovo.
Il gestore avrebbe dovuto proporre un contratto con “l’offerta più conveniente” presente nel proprio pacchetto commerciale.
Ai clienti che non hanno esercitato alcuna scelta entro la fine dell’anno 2023, il gestore applica un contratto “PLACET”.

Cosa è un’offerta PLACET?

Un’offerta in cui:

  • le condizioni economiche (prezzo) sono liberamente decise dal venditore e rinnovate ogni 12 mesi;
  • la struttura di prezzo è stabilita dall'Autorità per l’energia ed è inderogabile;
  • le condizioni contrattuali (ad esempio garanzie, rateizzazione) sono stabilite dall'Autorità e sono inderogabili.

Il gestore della mia utenza del gas aveva inviato una lettera, cosa devo fare?
Nei mesi scorsi molti clienti hanno ricevuto dal gestore della loro utenza del gas una lettera che spiegava tutte le novità stabilite da Arera (con la delibera 100/2023/R/com), relative al passaggio al mercato libero.

  • Per il cliente in servizio di tutela ma vulnerabile non è necessario passare al mercato libero, può rimanere nel Servizio di Tutela delle Vulnerabilità, oppure può rientrarvi se attualmente si trova sul libero mercato. Se il cliente è vulnerabile per età anagrafica o perché percettore di bonus sociale per rimanere in servizio di tutela non è necessaria alcuna comunicazione: si permane in automatico; per rientrare nel mercato tutelato va effettuata espressa richiesta. Se il cliente è vulnerabile per disabilità per rimanere in servizio di tutela deve comunicarlo allegando la documentazione che attesti la condizione di disabilità.

Qual è la scelta migliore?

Non è facile dare indicazioni in questa fase, ma proviamo a farlo con invitando i cittadini, in caso di dubbi, a rivolgersi agli sportelli Federconsumatori e SPI CGIL.

Per i clienti vulnerabili la scelta più opportuna è rappresentata dalla permanenza e dal rientro nel servizio di tutela (Servizio di tutela delle vulnerabilità) per ragioni di prezzo e di cautela.

Per i clienti non vulnerabili attualmente in tutela la scelta in generale più utile sarebbe stata di accettare l’offerta contenuta nella lettera definita come la più conveniente. Il contratto PLACET applicato in automatico probabilmente sarà più costoso.

Ci sono tantissimi clienti, vulnerabili e non vulnerabili, che hanno un contratto a mercato libero a prezzo fisso. Ci sono altissime probabilità che tali clienti stiano pagando prezzi molto alti e ingiustificati.
Il consiglio urgente è di fare controllare la bolletta e orientarsi verso contratti a prezzo variabile o, se ci sono le condizioni, rientrare nel servizio di tutela.

GLI SPORTELLI FEDERCONSUMATORI E LE LEGHE SPI SONO A VOSTRA DISPOSIZIONE, ANCHE PER EVENTUALE SUPPORTO NELLA CONSULTAZIONE DEL PORTALE OFFERTE (www.ilportaleofferte.it).

ENERGIA ELETTRICA

Non vi affrettate, né lasciatevi convincere da operatori insistenti che vi propongono offerte sul libero mercato dell’energia elettrica minacciando distacchi di fornitura: IL PASSAGGIO EFFETTIVO AVVERRA’ A LUGLIO 2024!

Questo articolo è realizzato da:

Hai dei dubbi o vuoi farci qualche domanda?
I nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti, oppure cerca la risposta alla tua domanda tra le:
domande frequenti

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare sempre aggiornato su questi argomenti?
Iscriviti alla newsletter dello Spi CGIL